Tutti i mercoledì: il diario di Terra Madre, 20-27 gennaio

18 Gennaio 2021

Sono tornati i Laboratori del Gusto, Come si fa? e Food Talk hanno ripreso a pieno regime. A gennaio torna anche il diario settimanale di Terra Madre.

Ecco la nostra guida agli eventi consigliati.

21 gennaio – h. 17:30 La formazione sul patrimonio agricolo mondiale

Iniziamo con un appuntamento importante rivolto alla rete Slow Food in Italia, che rappresenta il primo di un ciclo di quattro webinar e un convegno digitale. Insieme esploriamo gli obiettivi e le potenzialità del Programma GIAHS della FAO per lo sviluppo sostenibile delle aree rurali. L’acronimo GIAHS sta per globally important agricultural heritage systems, e indica non solo i paesaggi naturali ma anche le pratiche agricole che creano mezzi di sussistenza nelle aree rurali, combinando in modo unico la biodiversità, gli ecosistemi resilienti, la tradizione e l’innovazione.

Si illustrano i princìpi su cui tale programma si fonda, partendo dall’importanza che la conservazione della cultura, della diversità bioculturale e dei sistemi di produzione tradizionali rivestono per la conservazione dell’ambiente e del paesaggio. Si mostra come essi rappresentino una valida alternativa ai processi di intensivizzazione in campo agricolo. Durante il webinar si illustra anche il procedimento per candidare un territorio al Programma GIAHS.

Scopri il programma e registrati all’evento

18 gennaio e fino al 28 febbraio – La challenge On My Plate

Buono Good

Rullo di tamburi… Parte domani, e prosegue per sei settimane la sfida On My Plate, sui temi del buono, pulito e giusto. On My Plate è l’occasione più bella per:

  • Connetterci con altre persone a livello locale, nazionale e globale che hanno a cuore la creazione di un mondo migliore attraverso il cibo.
  • Imparare di più sul cibo buono, pulito e giusto.
  • Agire insieme e condividere le esperienze con tanti attivisti in tutto il mondo.

Connettiti qui per scoprire su cosa ci misuriamo le prime due settimane e qui per saperne di più sulla sfida in generale

20 e 21 gennaio – h. 15:00 Le Food Talk di Célia Xakriabá e Satish Kumar

Due Food Talk importanti, questa settimana. Due Food Talk che parlano una lingua spirituale e vanno dritte all’anima della Terra.

Nella prima, dal Brasile, l’indigena Célia Xakriabá racconta come gli indigeni siano il polmone del mondo e mostra come la loro sopravvivenza determini la sopravvivenza del genere umano sul nostro pianeta.

Nella seconda, Satish Kumar mostra come il cibo sia un viaggio comune. Il lavoro per il cibo coinvolge tutti: i contadini, le comunità locali, noi stessi. Quando un cibo è prodotto in questa maniera, ed è frutto di un lavoro comune, è più nutriente, e più buono. Non ha nulla a che vedere con le molte commodities che si trovano oggi in commercio, che percorrono lunghe distanze e spesso sono vendute in confezioni di plastica. Restituiamo valore al nostro cibo!

Guarda la Food Talk di Célia Xakriabá, il 20 gennaio. Guarda la Food Talk di Satish Kumar, il 21 gennaio.

19, 20 e 22 gennaio – Tutti i Come si fa? della settimana

Ricco il programma dei “Come si fa?” della settimana, sempre nella fascia oraria delle 17. Partiamo con il pescado afroamerindio brasiliano, tra i cui ingredienti troviamo il licurì, Presidio Slow Food, un frutto che presenta uno strato di polpa – di cui gli uccelli sono molto golosi – e un nocciolo che, a sua volta, nasconde una mandorla dal sapore intenso che ricorda il cocco. Dalla Campania, invece, Luigi Russo che è un cuoco dell’Alleanza Slow Food presenta invece un’insalata di rinforzo gustosissima, con il Presidio delle papaccelle napoletane, cavolfiori e baccalà… Infine da Agugiaro e Figna un nuovo tutorial che esplora il mondo degli impasti e delle farine. Questa settimana presentiamo un impasto particolare e inconsueto, costituito da biga e poolish.

22 gennaio – h. 14:00 e 17:00 Il Laboratorio del Gusto sul caffè

È tardi per prenotare il posto al Laboratorio del Gusto sul caffè proposto da Lavazza! Di cosa si tratta? Di un viaggio virtuale ma con ingredienti reali attraverso tre diverse singole origini di caffè: Colombia, Brasile e Perù. A distanza, un esperto Lavazza guiderà nel percorso di scoperta.

Scopri cosa ti sei perso

25 gennaio – h. 17:00 Il forum sui cuochi e le mense scolastiche

L’educazione a scuola (ma non solo!) richiede coerenza, i messaggi forniti in aula devono trovare riscontro nella quotidianità, a scuola e a casa. 

Per questo motivo parlare di buone pratiche contro il cambiamento climatico o di stile di vita sano ha senso se poi in un momento di educazione, come il pasto in mensa, i messaggi non sono contraddittori. Esistono già molte esperienze virtuose di ristorazione scolastica, che lavorano con l’obiettivo di fare anche del pasto a scuola un momento educativo, dove si possano apprendere concetti come la salvaguardia della biodiversità alimentare, dei saperi gastronomici, delle culture locali. Queste esperienze potrebbero entrare a far parte, a tutti gli effetti, dell’Alleanza dei Cuochi Slow Food. Partiamo di qui per raccontare un’idea di mensa diversa: buona, pulita e giusta.

Registrati qui per partecipare all’incontro fruendo del servizio di interpretariato

25 gennaio – h. 18:30 La formazione sui formaggi naturali

È dedicata ai produttori di formaggio ispanofoni, anglofoni e francofoni la formazione sui formaggi naturali, ma ve la segnaliamo comunque perché nelle formazioni crediamo moltissimo! Con il contributo di Parmigiano Reggiano scopriamo cosa c’è dietro i formaggi naturali: il foraggio dei pascoli; razze animali che hanno instaurato un rapporto ottimale con il territorio in cui vivono; un latte ricco di batteri lattici che viene lavorato crudo. E la perizia del casaro.

Puoi rivedere qui la formazione dedicata al pubblico italiano

25 gennaio – h. 18:00 La formazione sul foraging

Agli anglofoni, segnaliamo ancora un’ulteriore formazione sul tema del foraging. È organizzata dal convivium Slow Food Dolny Slask e i membri del gruppo di Chwastozercy, e si propone di lavorare sull’interesse crescente per i cosiddetti cibi selvatici e spontanei aumentando la consapevolezza di ciò che una volta era cibo, ma che oggi non lo è più, in termini di regolamentazione e di industria agricola e alimentare.

Qui trovate tutti gli elementi per partecipare

27 gennaio – h. 11:30 La presentazione del portale sull’agricoltura biologica in Piemonte

Regione Piemonte ha sviluppato una vetrina web innovativa per le aziende che praticano l’agricoltura biologica e i consumatori. L’agricoltura biologica è un metodo di coltivazione che ha come obiettivo il rispetto dell’ambiente e degli equilibri naturali, della salute dell’operatore, del consumatore e degli animali. In Italia, l’agricoltura biologica è in crescita, con una superficie coltivata di quasi due milioni di ettari (rapporto “Bio in cifre 2020” di Mipaaf – Ismea), mentre in Piemonte, nel 2019 erano circa 3000 gli operatori biologici, di cui circa 2500 classificati come produttori, per una superficie coltivata di circa 50.000 ettari.

Qui trovate tutte le informazioni utili

27 gennaio – h. 17:30, il Forum sul miele

Parliamo di equazione impazzita perché il mondo dell’apicoltura fa i conti con inquinamento, pesticidi, crisi climatica. Si registrano produzioni sempre più basse, mentre sul mercato la disponibilità di miele cresce e i prezzi diminuiscono. Per tutti gli appassionati di miele e di api, un forum da non perdere.

Registrati per partecipare all’evento

Le mani in pasta: i corsi di cucina con le Cesarine

E come sempre le Cesarine, con un fiume di proposte di corsi online. Impara a cucinare le paste fresche regionali più famose della tradizione italiana con le Cesarine, prenotando una lezione di cucina online interattiva di gruppo. Vere e proprie custodi di un patrimonio enogastronomico sommerso, a dicembre le Cesarine aprono le porte delle loro case – fisicamente e virtualmente grazie ai canali online – per condividere e insegnare, a persone di tutto il mondo, le ricette locali tramandate di generazione in generazione nella propria famiglia, promuovendo un turismo enogastronomico responsabile e i prodotti tipici del territorio.

Scopri tutti i corsi di cucina in calendario e impara a realizzare tortelloni, cavatelli, trofie, farfalle e molti altri formati.

di Silvia Ceriani, info.eventi@slowfood.it