Dolcezza e acidità: l’equilibrio perfetto

17 Settembre 2020

Una vecchia pubblicità recitava «Rodenbach, du vin».

Fu il giornalista inglese Micheal Jackson a paragonare per primo queste birre fiamminghe ai grandi pinot neri della Borgogna, ma quel riferimento fu così efficace che spesso, anche successivamente è stato utilizzato per descrivere questa particolarissima tipologia brassicola.

LE RED FLEMISH ALE


Le red flemish ale, delle quali Rodenbach è uno degli esempi più luminosi, sono caratterizzate da una lunga maturazione in grandi botti di legno, chiamate foeders, nelle quali la birra, dal colore ambrato scuro, quasi bruno, subisce una fermentazione acetica che oltre a conferirle piacevolissime sensazioni acide ne allunga significativamente la vita.

Questo modo di lavorare iniziò a essere adoperato in Belgio probabilmente dopo che i birrai fiamminghi l’avevano visto a Londra dove era utilizzato per la produzione delle porter, stile tra i più diffusi e di successo tra il XVIII e il XIX secolo.

Quella di mettere la birra scura in legno perché maturasse e sviluppasse note acide era una tecnica che i produttori inglesi avevano messo a punto per facilitarne la conservazione – un pH più basso consente alla birra di mantenersi più a lungo – e per smussare le intense note di bruciato che i malti torrefatti portavano con sé. Sempre dai birrai inglesi, inoltre, deriva l’abitudine di mischiare la birra più giovane e dolce con quella invecchiata e inacidita, così da ottenere un prodotto dal carattere unico e in perfetto equilibrio tra dolcezza e acidità.

LA TRADIZIONE DI RODENBACH

Il birrificio Rodenbach continua nella secolare tradizione di produrre birre con questi metodi.

Ph. Rodenbach Beer

Visitare le cantine di questo storico impianto produttivo belga significa percorrere un viaggio nella storia della birra. Le botti utilizzate, infatti, hanno diverse decine di anni e contribuiscono ognuna con note diverse che deve essere il birraio a miscelare nel modo più equilibrato possibile.

Durante il laboratorio La fermentazione mista: viaggio tra le birre acide delle Fiandre, grazie alla presenza di Rudy Ghequire, storico birraio di Rodenbach, scopriamo tutti i segreti di questo stile così affascinante. Sarà un vero e proprio viaggio nelle Fiandre accompagnati da una guida speciale.

LA DEGUSTAZIONE

In degustazione:

  • Rodenbach Classic
  • Rodenbach Gran Cru
  • Rodenbach Alexander
  • Rodenbach Vintage

di Eugenio Signoroni, e.signoroni@slowfood.it

E ora un dettaglio di fruizione. I Laboratori del Gusto sono disponibili non solo per chi acquista un posto da Eataly. Ci sono anche i kit di degustazione pensati per gruppi di 10 persone. Sono acquistabili online fino al 24 settembre. I kit saranno inviati alcuni giorni prima rispetto allo svolgimento del laboratorio. Il giorno della degustazione sarà inviato anche il link per seguire la degustazione in online.

Il kit contiene:

  • 2 bottiglie di birra, o 3 bottiglie a seconda del formato, per ogni tipologia in degustazione
  • 4 bicchieri Beer Taster Bormioli Rocco per ognuno dei 6 partecipanti, per un totale di 24 calici
  • Acqua San Bernardo nel nuovo packaging in alluminio completamente riciclabile, per un totale di 6 lattine
  • 6 tovagliette in carta personalizzate Slow Food