20 anni in nome della biodiversità

Paese

Torino, Italy

Ora locale

11:00

17 Ottobre ore 11:00 nel tuo fuso orario

Gratuito

I Presìdi Slow Food festeggiano un importante traguardo e presentano il nuovo logo.

Il valore cruciale della biodiversità non solo per gli ecosistemi, ma anche per la nostra alimentazione, è stato finalmente riconosciuto dalle principali istituzioni internazionali. Secondo il rapporto 2019 della Fao, se non arrestiamo il processo di erosione della biodiversità, il collasso del sistema di produzione del cibo è inevitabile. Slow Food sostiene questa tesi dalla metà degli anni ’90 e da allora agisce per salvare i prodotti e aiutare le comunità di produttori.

I suoi strumenti più importanti sono l’Arca del Gusto, catalogo internazionale di prodotti da salvare, e i Presìdi, che coinvolgono migliaia di produttori in tutto il mondo.

La strada da fare è ancora molta, ma il bilancio di questi anni di lavoro è estremamente positivo: 5400 prodotti mappati, oltre 500 Presìdi avviati in 160 paesi, un progetto di etichettatura all’avanguardia e, da ottobre 2020, per tutti i produttori che hanno condiviso questo percorso e hanno sottoscritto un disciplinare di produzione rigoroso, un nuovo logo: la chiocciola di Slow Food.

I Presìdi hanno fatto la loro prima apparizione nel 2000 al Salone del Gusto. Da allora l’evento torinese è sempre stato l’occasione per il lancio ufficiale di molti Presìdi italiani e internazionali e quindi, nel palinsesto dell’edizione 2020, non poteva mancare un momento dedicato a celebrare i 20 anni di questo progetto che ha cambiato le sorti della biodiversità, in Italia e nel mondo.

Intervengono:

  • Serena Milano, segretaria generale della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus – Il lavoro di Slow Food sulla biodiversità.
  • Francesco Sottile, comitato esecutivo di Slow Food Italia, docente dell’Università di Palermo –L’incontro fra i progetti di Slow Food e la ricerca scientifica

Raccontano il futuro dei Presìdi Slow Food quattro giovani, in rappresentanza della seconda generazione di produttori:

  • Lorenzo Agatiello, Presidio Slow Food del cardo gobbo di Nizza Monferrato (Asti, Piemonte)
  • Lucia e Nicola Ceccarelli, Presidio Slow Food del vino santo affumicato dell’Alta Valle Tevere (Perugia, Umbria)
  • Manuel Gambon, Presidio Slow Food della pitina (Pordenone, Friuli Venezia Giulia)

Conclude:

Piero Sardo, presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Con i contributi video di:

  • François Borel, produttore del Presidio della brousse du Rove, Francia
  • Alexandre Fricker, direttore di Slow Food Svizzera
  • Liliana Vargas, referente dei progetti Slow Food in Colombia 
  • Sveva Sagramola, conduttrice di Geo, Rai 3 

Modera: Carla Coccolo, responsabile eventi Slow Food

Conferenza trasmessa in streaming online su questo canale e sulla pagina facebook di Slow Food Italia. L’evento rientra nel programma della Green Week europeache nel 2020 ha per tema la natura e la biodiversità.

 

 

 

Altre informazioni

Lingue dell'evento: IT

Luogo dell'evento: 
Piemonte - Torino, Nuvola Lavazza – La Centrale
Via Bologna, 32 - Torino (Italy)

Tag in questo evento

conferenza

Altri eventi in questo format

Eventi correlati

Scopri altri eventi simili