Alberta Guerra – Anteporre le persone al profitto

Trasmesso da

Bra, Italy

Ora locale

15:00

21 Aprile ore 15:00 nel tuo fuso orario

Gratuito

Il Comitato delle Nazioni Unite per la sicurezza alimentare (CFS), dopo la sua riforma nel 2009, è stato concepito come la piattaforma intergovernativa internazionale più inclusiva per tutti gli attori impegnati nella sicurezza alimentare affinché si coordinino per la realizzazione del diritto a un’alimentazione adeguata.

Il CFS applica l’approccio basato sui diritti umani riconoscendo il ruolo degli Stati come portatori di doveri e produttori di piccola scala che producono la maggior parte del cibo a livello mondiale come titolari di diritti. Le voci di tutti gli attori rilevanti sono ascoltate, specialmente quelle più colpite dalla malnutrizione e dall’insicurezza alimentare.

Oggi siamo consapevoli di dover cambiare il modo in cui produciamo e consumiamo il cibo perché l’attuale sistema alimentare non è più sostenibile. E siamo consapevoli che l’agricoltura industriale sia incentrata sull’aumento della produttività con costi molto alti per il pianeta e per le persone. Perciò è urgente discutere di percorsi che rendano possibile la transizione a sistemi alimentari più sostenibili che rispettino i diritti umani e l’ambiente.

Nel 2019, il segretario generale dell’ONU ha annunciato il vertice dei sistemi alimentari dell’ONU che si terrà a settembre 2021. Ci si aspetta che discuta e lanci nuove azioni coraggiose per trasformare il modo in cui il mondo produce e consuma cibo. Tuttavia, il Meccanismo della società civile, insieme a molte altre organizzazioni della società civile, ha deciso di non impegnarsi nel vertice a causa di una serie di preoccupazioni intorno ad esso.

Alberta Guerra, senior policy analist per Action Aid, spiega quali siano queste preoccupazioni e cosa sta facendo il CSM insieme a molte CSO (tra cui Slow Food) per sfidare proporre soluzioni per garantire il diritto al cibo per tutti, compresa l’agroecologia e il rispetto dei diritti dei contadini. La voce dei più colpiti deve essere ascoltata all’UNFSS, altrimenti questo non ha alcuna legittimità per decidere come trasformare il modo in cui produciamo e consumiamo il cibo a livello globale.

Partecipa all’Open Call for Civil Society and Indigenous Peoples’ Engagement per rispondere al UN Food Systems Summit.

Accessibili gratuitamente, i Food Talks sono il nuovo format di Terra Madre Salone del Gusto: 10 minuti in cui i nostri special guests fanno emergere pensieri e parole davanti alla camera, dipingendo un quadro collettivo del futuro che vogliamo.

Altre informazioni

Lingue dell'evento: IT, EN

Evento online

Tag in questo evento

Altri eventi in questo format

Scopri altri eventi simili