Dai terrazzamenti agli alpeggi, dagli andenes peruviani alla milpa messicana: la cura delle terre alte

Trasmesso da

Bra, Italy

11 Ottobre ore 09:00 nel tuo fuso orario

Gratuito

11 Ottobre ore 17:30 nel tuo fuso orario

Gratuito

Negli ultimi decenni le Terre Alte sono state protagoniste di una vera e propria emoraggia. Lo spopolamento e l’abbandono ne hanno determinato il degrado, e non di rado fenomeni di dissesto idrogeologico.

In tutto il mondo, però, esistono numerosi esempi di buona gestione. Di cura, di amore. Sono molti i temi “sul piatto”: dall’agricoltura di montagna, che valorizza le varietà autoctone e ne fa una risorsa; alla capacità di custodire e tramandare tradizioni produttive e costruttive; alla resilienza umana, fatta di donne e uomini che di questi territori difficili si prendono cura, anche inventandosi nuove professioni.

Le comunità di tutto il mondo confrontano le proprie esperienze.

PUOI RIVEDERE LA REGISTRAZIONE DEL FORUM:

La sessione delle 9 (ora italiana):

Modera: Lindsey Hook (Italia), Outreach Expert  FAO

Relatori

  • Anita Paul (India), National Dairy Development Board di Anand, promotrice della partecipazione delle donne nelle cooperative lattiero-casearie per Operation Flood, co-fondatrice della Pan Himalayan Grassroots Development Foundation
  • Lam-en Gonnay (Filippine), portavoce della comunità Slow Food per la conservazione delle conoscenze locali tradizionali/indigene del patrimonio alimentare di Pasil, Kalinga, Indigenous Terra Madre Network
  • Christian Kresse (Austria), attraverso i progetti di Slow Food Travel e Slow Food Villages è impegnato nella creazione di opportunità turistiche per il territorio montano
  • Giuseppe Pidello (Italia),  architetto e coordinatore della Rete Museale Biellese, promotore del recupero del paesaggio terrazzato del monastero della Trappa di Sordevolo (Biella), sede del presidio del “Burro a latte crudo dell’alto Elvo” e parte del progetto Slow Food travel Montagne Biellesi.
  • Jamal al Houssain (Marocco), fondatore dell’organizzazione Migration et Developpement, referente della comunità Slow Food per l’agricoltura e la cucina tradizionale del monte Serwa 

La sessione delle 17:30 (ora italiana):

Modera: Maurizio Dematteis (Italia), giornalista, scrittore e videomaker, si occupa di temi sociali e ambientali e di tematiche legate ai territori alpini

Relatori

  • Javid Gara (Azerbaijan), fondatore di Camping Azerbaijan e del gruppo ambientalista Ecofront, attivista che si batte per la protezione delle foreste di altopiano
  • Marco Marchetti (Italia), Past President di SISEF, professore ordinario di Pianificazione ecologica dei sistemi rurali e forestali (Forest and Rural Planning) e di Mountain Forest Geography, presso l’Università degli Studi del Molise, Presidente di Alberitalia
  • Helda Morales (Messico), biologa, specialista in gestione dei parassiti, ricercatrice di alternative per progettare gli agroecosistemi che conservano biodiversità e servizi ambientali, impegnata nel gruppo di agroecologia Ecosur
  • Alain Dlugosz (Perù), progetto Huerta de Tipón per il recupero di tecniche agroecologiche o ancestrali nella diversificazione delle sementi
  • Zarasisa Wakamaya Cazho Zaruma (Ecuador), giovane agricoltrice, educatrice e cuoca, membro di Indigenous Terra Madre Network in Ecuador

 

Altre informazioni

Lingue dell'evento: IT, EN, ES, FR, PT

Evento online

Tag in questo evento

Altri eventi in questo format

Scopri altri eventi simili