Protagonisti

Per questo Terra Madre Salone del Gusto, nelle diverse forme che ha assunto in questi mesi di programmazione, un elemento di ideazione che è rimasto fisso nel tempo è stato: la partecipazione delle persone a un lavoro di scrittura collettiva sul futuro del cibo. Era così quando immaginavamo, nei padiglioni del complesso fieristico, una grande parete sulla quale tutti avrebbero potuto appuntare il proprio pensiero. Ed è così anche adesso che le regole dell’evento sono profondamente mutate.

Special guests

Molti dei format di Terra Madre Salone del Gusto vedranno protagonisti grandi nomi di intellettuali, scrittori, economisti, filosofi, antropologi, ecologisti ed educatori che, insieme a contadini, pastori, pescatori, cuochi offrono la propria visione su ambiente, agricoltura, alimentazione… Tra coloro che abbiamo invitato, hanno già dato la propria adesione: Fritjof Capra, Larissa Mies Lombardi, Dave Goulson, Sunita Narain…

Presìdi aperti

Sono passati 20 anni da quando Slow Food ha lanciato il progetto dei Presìdi, richiamando l’attenzione di tutti sui primi 100 prodotti da salvare. Oggi i Presìdi italiani sono più di 300 e i produttori coinvolti sono migliaia. Donne e uomini che custodiscono con tenacia e passione saperi artigiani secolari, frutta e legumi tradizionali, razze animali locali, formaggi, salumi, pani, dolci… Scoprili il 18 ottobre, nella giornata dei Presìdi aperti, e curiosa sul nostro marketplace per vedere i Presìdi presenti!

Le comunità di Slow Food

Abbiamo percepito quale grande forza possa scaturire dalle donne e dagli uomini delle comunità del cibo nel 2004, durante il primo Terra Madre. In questi mesi in cui all’emergenza sanitaria si è aggiunta quella economica e sociale, e infine quella alimentare, li abbiamo ascoltati e supportati, e adesso vogliamo raccontarvi le loro storie. Storie di resilienza, di chi è abituato ad adattare il proprio vivere quotidiano seguendo il corso degli eventi naturali e che di fronte alla pandemia di Covid-19 ha saputo rimboccarsi le maniche. È al loro coraggio, alla loro inventiva, al loro senso di solidarietà che dedichiamo questa edizione di Terra Madre, per sentirci tutti più vicini. 

Le comunità sono sale vivo e lievito del movimento Slow Food.

Ph. Oliver Migliore e Marco Del Comune

Ci sei anche tu!

Di’ ciao a Terra Madre. Quando la grande parete fisica si traduce in una social wall virtuale… La trovi su questo sito, scrollando in basso. La social wall è aperta a tutti: chi utilizza gli hashtag ufficiali dell’evento #TerraMadre e #SlowFoodforChange su Twitter, vedrà materializzarsi il proprio post sulla nostra wall.

Manisha Shah in her garden

Esprimi la tua opinione

Se vuoi essere più specifico – e aiutarci a esserlo – potrai partecipare ai sondaggi che lanceremo in questi mesi di evento. Il primo è già pronto e lo pubblicheremo tra qualche giorno su queste pagine. Ci è utile per orientare l’evento anche assecondando le tue preferenze, in termini di tematiche trattate e di eventi proposti.

Se sei un temerario, il nostro team è al lavoro su diverse sfide da proporti nel corso dell’anno. Alcune saranno più semplici e alla portata di tutti, altre più complesse. Se vuoi maggiori informazioni.