Figli di un sole cocente e di un mare infinito: i capperi di Salina

10 Dicembre 2020

Quarant’anni fa, incorniciata dal mar Mediterraneo, nell’isola di Salina nasceva Sapori Eoliani, una delle prime aziende del luogo

Questa è una storia di tradizione, amore e passione. In un tempo in cui ancora l’isola non godeva del turismo di oggi e sembrava impossibile reinventarsi imprenditori del posto, Giuseppe De Lorenzo decide di valorizzare il frutto simbolo del suo territorio: il cappero. 

Sapori Eoliani è un’azienda che da generazioni si dedica alla coltivazione di questa prelibatezza, ingrediente fondamentale di tantissimi piatti della cucina mediterranea e simbolo dell’isola. L’obiettivo? Tramandare una tradizione dalle radici antichissime, raccontare l’amore per la terra attraverso un lavoro ancora oggi del tutto manuale, far conoscere questo frutto emblema di Salina e della sua storia.

Sapori Eoliani e il Presidio dei capperi di Salina

Raccolta capperi di Salina
Raccolta capperi di Salina

Il duro lavoro viene presto ricompensato. I capperi e i cucunci che Giuseppe De Lorenzo con amore e dedizione 40 anni fa iniziò a coltivare sono oggi un marchio conosciuto e Presidio Slow Food. Proteggerli si è rivelato necessario perché le difficoltà colturali e i costi di produzione hanno determinato un fortissimo calo di attenzione per la coltura del cappero. Non esiste alcuna seria possibilità di meccanizzazione delle operazioni di raccolta. Tutti i passaggi ancora oggi sono effettuati manualmente, e risultano molto faticosi per la particolare conformazione della pianta.

La rusticità della specie, la sua diffusione frequente ma non razionale, la rarità di specifici impianti, fa sì che il prodotto, pur essendo molto apprezzato dal punto di vista qualitativo, corra seri rischi di abbandono. Salvare il cappero significa anche preservare il paesaggio isolano e la cultura contadina che esprime al meglio i connotati di questo straordinario territorio.

Sotto il sole cocente nel mare di agosto

È Maurizia, la figlia di Giuseppe a raccontarci questa storia: «La coltivazione dei capperi è un lavoro lungo e faticoso. Ancora oggi consiste in una produzione totalmente manuale, dal raccolto alla lavorazione. Si tratta di una pianta delicata, è impensabile servirsi di mezzi meccanici. Anche la fase del raccolto è un momento importantissimo e intenso. Questo perché avviene proprio nei mesi più caldi della nostra terra: da maggio a fine agosto, sotto il sole cocente. Ma l’amore che nutriamo per il nostro lavoro trasforma ogni fatica in gioia. Questo grande entusiasmo che nutro lo devo a mio figlio, che prendendo in mano l’azienda di mio padre ha avuto cura di mantenere la tradizione sapendola innovare».

Roberto Rossello, figlio di Maurizia, raccoglie il testimone del nonno con l’entusiasmo di un giovane imprenditore pieno di passione, di amore per la propria terra e di tanta voglia di fare.  Roberto vede nell’azienda di famiglia il suo sogno. Desidera raccontare la qualità di questo prodotto, desidera che più persone possibili si rendano conto della sua unicità. Così mantiene salde le tradizioni tramandate, continua a produrre capperi biologici dal sapore autentico con la pazienza e la passione di una volta, ma rinnova l’azienda. La trasforma in una realtà al passo coi tempi, ne studia la comunicazione e ogni suo sforzo è volto a renderla conosciuta e affermata. Ci riesce, ma qualche anno fa scompare prematuramente.

Coltura e cultura

È la mamma Maurizia che subentra per continuare il lavoro del figlio per portare avanti il suo sogno. Dice Maurizia: «Oggi porto avanti il lavoro di mio figlio. Continuo a divulgare il suo messaggio di amore e dedizione. Il nostro è un lavoro di “coltura e cultura” che non smette mai di rinnovarsi. Siamo grati a Slow Food per averci regalato quella notorietà per cui tanto abbiamo lavorato. Terra Madre quest’anno per noi rappresenta una nuova possibilità di raccontarci, di crescere e di andare avanti anche in questo periodo storico così difficile».

di Carolina Meli, info.eventi@slowfood.it

Sapori Eoliani è presente sul Marketplace di Terra Madre Salone del Gusto: scopri l’azienda e tutti gli oltre 400 altri produttori. Per i tuoi acquisti, scopri il nostro e-commerce.