L’arancia Rex Union è una varietà di agrumi nata dall’incrocio tra l’arancio dolce e il pomelo. Botanicamente classificata come Citrus rex paradisi, la Rex Union è conosciuta come “arancia” per via del caratteristico colore della buccia a piena maturazione, ma in realtà il frutto assomiglia più al pompelmo, sia per il profumo sia per il sapore che tende all’amaro.

Coltivata nella zona di Rustenburg, sul verdeggiante altopiano dell’Highveld, tra Pretoria e il Botswana, è citata in numerose ricette a partire dall’inizio del secolo scorso. In particolare, la Rex Union è l’ingrediente fondamentale di una marmellata di tradizione antica che si produce ancora oggi a livello artigianale e familiare. Benché la formula sia molto semplice (acqua, polpa, scorza e zucchero), la proporzione tra gli ingredienti cambia e ognuno si compiace di aver trovato la composizione perfetta di regole segrete, basate su indicazioni di polverosi libri di famiglia e antichi quaderni di ricette.

Il rituale della marmellata inizia dalla ricerca delle vere Rex Union. Bisogna farsi strada tra grandi campi di agrumicoltura industriale e numerosi venditori ambulanti di pesanti sacchi di arance convenzionali, per arrivare dove la varietà Rex Union è nata all’inizio del XX secolo: la fattoria Lemoenfontein. Fu George Wellington Rex a introdurre in Sudafrica la coltivazione di numerosi agrumi e a selezionare questo ibrido naturale innestando le prime piante, proprio dove ora si trova il frutteto originale. Un solitario aranceto di circa 250 alberi e anche l’unico, fino a poco tempo fa.

Il Sudafrica è uno dei principali esportatori mondiali di agrumi freschi e l’industria agrumicola è al primo posto nel mercato ortofrutticolo nazionale, in termini di volumi. In tutto il paese esistono grandi aree dedite a produzioni di agrumeti industriali, e una di queste è proprio l’area della Rex Union, probabilmente la prima, in ordine temporale, vocata a tale coltivazione. Tuttavia, negli anni, il gusto medio della popolazione sudafricana si è spostato sui sapori dolci, in tutte le loro rappresentazioni, quindi anche nelle marmellate e nelle confetture, consumate in grande quantità. Forse per questo la Rex Union è scampata alla produzione industriale ed è rimasta confinata in un unico frutteto dismesso, lasciato in vita più a ricordo dell’importante personaggio storico che per fini produttivi.

Contatti

Info


(North West)
Sudafrica

Nel 2014 la rete Slow Food di Johannesburg si è mobilitata per salvare l’agrumeto della Lemoenfontein Farm, allora l’ultimo esistente e quasi abbandonato. Il progetto è nato quindi per riavviare la produzione: sono stati organizzati eventi informali, come picnic, raccolte fondi, trasformazioni artigianali, vendite in negozi alimentari e perfino sfide per proporre la ricetta di marmellata più tradizionale. E così la Rex Union è tornata al centro dell’attenzione.

Il Presidio nasce nel 2018, coinvolgendo oltre a Lemoenfontein un altro produttore e un trasformatore, con lo scopo di continuare il lavoro sul recupero della varietà e sulla promozione di pratiche agroecologiche di coltivazione. Altro punto fondamentale sarà l’inclusione nel progetto di quei produttori e privati che, nel 2017, hanno chiesto e ricevuto delle piante originali da innestare nel proprio giardino, per fini personali o per fini commerciali (le piante diventeranno produttive dopo il 2020).

Area di produzione
Rustenburg, Provincia del Nordovest, Sudafrica

Produttori
Lemoenfontain Farm, Boschfontain, Rustenberg, Tel. +27 829416876

Rosemary Sneyd, Tel. +27 0820834283, Rosemary@organicherbco.co.za

Trasformatore
Cheese Gourmet, 71 7th St, 2195 Johannesburg, Tel. +27 11 888 5384, sacheese@gmail.com

Ultima modifica: 24 Ott 2020
I contenuti di questa pagina sono inseriti direttamente dal produttore, Slow Food declina responsabilità su contenuti in appropriati. Segnala pagina