Fagiolo badda di Polizzi Generosa

Presidio Slow Food

Da due secoli negli orti di Polizzi Generosa, nel Parco Naturale delle Madonie, si coltiva un fagiolo bicolore: medio piccolo e tondeggiante, chiamato badda, cioè palla.

È un fagiolo screziato, pressoché sconosciuto fuori dalle Madonie, dalla colorazione unica: è infatti bicolore e, di volta in volta, può essere avorio con macchie rosate e aranciate, oppure avorio con macchie viola scuro, quasi nere.
Si tratta indubbiamente di due ecotipi locali che si sono acclimatati benissimo, nel tempo, in questa zona. A seconda che sia prevalente la colorazione rosato-aranciata oppure quella scura, i polizzani lo chiamano anche fasolo badda bianca oppure badda niura o munachedda,

È un fagiolo sapido, con note erbacee e perfino salmastre, leggermente astringente, con sentori di castagna e mandorla nel finale. Con la cottura acquisisce una giusta cremosità, senza sfaldarsi.

Il Badda è un fagiolo “mangiatutto”, cioè a duplice attitudine, adatto sia al consumo fresco dei baccelli che a quello dei semi allo stato secco. È l’ingrediente principale di alcuni tra i piatti più tradizionali della cucina polizzana: tagliatelle di casa con fagioli verdi e picchi pacchio (cioè pomodoro fresco), oppure fasoli chi finucchieddi, ovvero una zuppa con fagioli secchi, finocchietti selvatici e cotenne di maiale.

 

Coltivazione

I Fagioli Badda sono coltivati nei piccoli orti familiari e i contadini del luogo, per secoli, hanno riprodotto il seme autonomamente.

Nelle zone più alte di Polizzi, in gran parte all’interno del Parco Naturale delle Madonie, che qui chiamano muntagna, la semina inizia la prima settimana di giugno: tradizionalmente si seminano i fagioli il giorno di Sant’Antonio da Padova.

Alla marina invece, cioè a quote più basse, la semina si fa più tardi, oltre la metà di luglio, quando inizia a scemare il calore estivo. Le piante si arrampicano intorno a quattro canne sistemate a forma di piccola capannina: u’pagliaru.

La raccolta dei baccelli verdi inizia dopo circa 60 giorni, arrivando sino a novembre a seconda delle quote.  I fagioli da essiccare, invece, si raccolgono da ottobre e novembre, prima che i baccelli si aprano e lascino cadere il seme.

 

Stagionalità

Il Fagiolo Badda viene raccolto da agosto a settembre, il prodotto essiccato può essere reperito tutto l’anno.

Contatti

TEL: 340 5624176 Roberta Billitteri Referente dei produttori del Presidio

Info


Polizzi Generosa (Pa)
Italia

Il Presidio vuole ampliarne la conoscenza e svilupparne la coltivazione, con la collaborazione del Comune di Polizzi, che ha realizzato un parco agricolo per valorizzare le produzioni tipiche locali. Anche la Provincia di Palermo è coinvolta nel progetto e sta finanziando la ricerca agronomica per la selezione varietale: l’obiettivo è garantire le caratteristiche originarie del seme.

 

Associazione Produttori Fagiolo Badda di Polizzi:

Roberta Billitteri, Polizzi Generosa (Pa), Contrada Fiumesecco, Tel. +39 340 5624176, ro.billitteri@libero.it

Giovanni Faletra, Polizzi Generosa (Pa), Contrada San Nicola, Tel. +39 335 7772269, gfaletra@easyint.it

Antonino Giacomarra, Polizzi Generosa (Pa), Contrada San Nicola, Tel. +39 328 6128248
antonino.giacomarra@gmail.com

Salvatore Glorioso, Monreale (Pa) Via Acquino 10, Tel. +39 339 1726338, sglorioso@alice.it

Francesco Mangialino, Polizzi Generosa (Pa), Via Garibaldi 104, Tel. +39 328 4841567, fra.mangialino@libero.it

Fabio Maria Montagnino, Polizzi Generosa (Pa), Contrada San Nicola, Tel. +39 335 7564744
fmontagnino@gmail.com

Maria Concetta Muratore, Polizzi Generosa (Pa), Località Cuca-Mulini, Tel. +39 0921 688176,
agriturismocuca@alice.it

Grazia Sandra Invidiata, Collesano (Pa), Contrada Santa Anastasia, Tel. +39 0921 661536 / +39 328 4723440, inv.sandra@inwind.it

Antonino Sausa, Polizzi Generosa (Pa), Contrada Suvarito, Tel. +39 328 0389249, nino.sausa@libero.it

Francesco Giampapa, Polizzi Generosa (Pa), Contrada Mantonica, Tel. +39 320 688335, giampapafrancesco@live.it

Francesca D’Ippolito, Polizzi Generosa (Pa), Contrada Fiumesecco, Tel. +39 388 8599127 – sausa.mario@alice.it

Ultima modifica: 26 Ott 2021
I contenuti di questa pagina sono inseriti direttamente dal produttore, Slow Food declina responsabilità su contenuti in appropriati. Segnala pagina