Fagiolo dente di morto di Acerra

Presidio Slow Food

Il fagiolo Dente di morto di Acerra ha la buccia sottile e cuoce rapidamente, caratteristiche dovute alla coltivazione su terreni di natura vulcanica ricchi di elementi nutritivi. Caratterizzato da piante a cespuglio, non rampicanti, di colore verde intenso è tradizionalmente seminato in due diversi momenti dell’anno, aprile e luglio, per contare poi su due diversi periodi di raccolta. Il fagiolo dente di morto viene coltivato secondo pratiche ecocompatibili.

Il nome è legato al colore bianco opaco, simile appunto al colore dei denti di un morto. Infatti in questa zona già dall’epoca paleocristiana vi erano numerosi luoghi di sepoltura e questo deve aver spinto la popolazione locale ad assegnargli questo nome.

Il territorio descritto da storici e scrittori dell’antica Roma è caratterizzato da una rete idrica molto sviluppata, fondamentale per l’irrigazione di tutta la zona acerrana. Spesso questi canali inondavano i terreni trasformandoli in una enorme palude, le cui opere di bonifica iniziarono nel XVI secolo. La descrizione della coltivazione dei fagioli nelle campagne acerrane è riportata in più testi sulla storia della città, ma la più interessante e significativa si trova nella Guida Gastronomica d’Italia pubblicata dal Touring Club Italiano del 1931, in cui sono indicati come la specialità di Acerra, al tempo esportata addirittura in America.

Negli ultimi decenni la coltivazione si è drasticamente ridotta a causa delle modifiche delle abitudini alimentari e la forte crescita di fagioli importati. Questo fagiolo si è conservato solo negli orti familiari, fino a quando un programma di recupero e di valorizzazione del germoplasma orticolo autoctono campano, sostenuto dalla Regione Campania, ha recuperato l’ecotipo che attualmente viene coltivato da un piccolo gruppo di agricoltori che aderiscono al Presidio Slow Food.

L’eccellente pastosità e il sapore intenso ne fanno un ingrediente caratteristico delle ricette della tradizione gastronomica napoletana: pasta e fagioli, zuppe.

Prodotti
Fagioli secchi
Fagioli precotti conservati in vetro

Contatti

TEL: +39 389 271 3615

Info

Via C.Cucca, 295
80029 Brusciano (NA)
Italia

Produttori

  • Gaetano Castaldo, Acerra (Na)
  • Azienda Agricola Vincenzo Egizio, Brusciano (Na)
  • Bruno Sodano, Pomigliano d’Arco (Na)
  • Annamaria Taliento, Nola (Na)
  • Marco Russo, Acerra (Na)
  • Monticello Caprioli, Messercola di Cervino (Ce)
  • Luigi Turboli, Brusciano (Na)

Ultima modifica: 30 Lug 2021
I contenuti di questa pagina sono inseriti direttamente dal produttore, Slow Food declina responsabilità su contenuti in appropriati. Segnala pagina