Il comune di Sauris si trova al confine con l’Austria, nell’estremo nord del Friuli.

In questo territorio montuoso ha trovato le condizioni ideali una particolare varietà di fava, conosciuta nel dialetto locale come poan: i baccelli sono piccoli, cilindrici, allungati e terminano a punta; una fitta peluria li protegge dagli sbalzi termici e alle estremità sono visibili dei “pennacchi” scuri.

La fava di Sauris si semina a maggio (in una postarella si depongono 3 o 4 fave dopo un ammollo di 24 ore) e si raccoglie a mano verso la fine di agosto. Le piante sono poste nelle “seccaiole” (oltre confine dette kheisn), e una volta secche i semi sono separati dai baccelli con un crivello, lanciando controvento le piante trebbiate con un’apposita paletta.

Tostate e macinate diventano un’ottima farina per pane o polenta (unita a cereali) e perfino un surrogato del caffè. I piatti tradizionali per eccellenza sono la minestra di fave e le fave lesse condite con il burro.

Contatti

TEL: +39 3356789205

Info


33020 Sauris (UD)
Italia

Negli anni ’60 l’industrializzazione dell’agricoltura e la diffusione di varietà più commerciali hanno compromesso anche la coltivazione della fava, che è stata sostituita dai fagioli, più facili da vendere. Gli abitanti di Sauris, tuttavia, si sono resi conto di possedere una varietà unica e preziosa, insostituibile grazie alla sua capacità di crescere a 1.200 metri e ne hanno ripreso la coltivazione.

Oggi si sta lavorando per promuovere le fave di Sauris come ingrediente principale nelle diete dei paesini montani della zona. Il Presidio è nato per sostenere questo percorso di salvaguardia e valorizzazione. Il suo disciplinare di produzione prevede l’autoproduzione della semente, la rotazione triennale con cereali e patate (o barbabietole) ed esclude qualunque genere di trattamento chimico.

 

Area di produzione
Comune di Sauris

Sostenuto da
Regione Friuli-Venezia Giulia

Ultima modifica: 27 Lug 2021
I contenuti di questa pagina sono inseriti direttamente dal produttore, Slow Food declina responsabilità su contenuti in appropriati. Segnala pagina