Istituto del Vermouth di Torino

L’Istituto del Vermouth di Torino ha l’obiettivo di valorizzare, promuovere ed elevare la qualità del Vermouth di Torino e la sua diffusione sui mercati attraverso il lavoro sinergico di tutti i produttori.

I soci fondatori dell’organismo sono aziende e marchi che rappresentano la stragrande maggioranza della produzione di questa denominazione: Berto, Bordiga, Del Professore, Carlo Alberto, Carpano, Chazalettes, Cinzano, Giulio Cocchi, Drapò, Gancia, La Canellese, Martini&Rossi, Sperone, Vergnano, Tosti. Calissano, Casa Martelletti e Peliti’s.

Queste realtà, ciascuna con caratteristiche storiche e dimensioni di produzione diverse, condividono obiettivi comuni e il merito di essere parte del processo di crescita e promozione di questa nuova identità geografica.

Il Vermouth di Torino

Conosciuto nel mondo per la tradizione e la storicità della produzione, il Vermouth di Torino è un vino aromatizzato nato nel XVIII secolo ai piedi delle Alpi e apprezzato alla corte reale dei Savoia. La sua fama è indissolubilmente legata al Piemonte e a Torino, dove nel 1800 si sviluppò una vera e propria aristocrazia di “vermuttieri” grazie ai quali, in misura e modi diversi, la diffusione del Vermouth di Torino divenne internazionale, raggiungendo in tutto il mondo una grande risonanza.
Nel corso degli anni si è assistito all’evoluzione delle tecniche di lavorazione
: le nuove hanno affiancato via via le più antiche e la loro coesistenza continua ancora oggi a preservare e a valorizzare la tradizionale produzione di questo prodotto.

Il Vermouth di Torino viene classificato in base alla quantità di zucchero impiegata nella sua preparazione e può essere Bianco, Ambrato, Rosato o Rosso.

Info

Via M.Fanti, 17
10128 Torino (TO)
Italia

È sempre l’ora del Vermouth di Torino.

Ultima modifica: 16 Ott 2021
I contenuti di questa pagina sono inseriti direttamente dal produttore, Slow Food declina responsabilità su contenuti in appropriati. Segnala pagina