Polizzi Generosa ha poco più di 3000 abitanti e oltre 40 chiese. Un paese in pietra arroccato nel cuore delle Madonie, con una straordinaria ricchezza di cultura, beni architettonici (chiese e palazzi nobiliari) e prodotti della terra, come il Fagiolo Badda (Presidio Slow Food), le nocciole e il pipiddu.

Il pipiddu è un peperone piccolo, di forma conica più o meno regolare, di un colore verde intenso che vira al rosso a maturazione, ma soprattutto è un peperone che cresce all’insù: la sua bacca, invece di pendere sotto le foglie, si protende infatti verso l’alto.

È possibile ricostruire la storia di questo peperone tradizionale (detto pipiddu nel dialetto locale) solo grazie alle testimonianze orali: si racconta che i raccoglitori stagionali di nocciole di Polizzi Generosa fossero ricompensati con gustosi intermezzi a base di pane di casa condito con olive, pecorino e pipiddi arrostiti.

La coltivazione richiede grande pazienza: ogni pianta deve essere accompagnata da un tutore poiché il peso delle bacche la costringerebbe a piegarsi.
La semina avviene ad aprile, segue il trapianto in pieno campo tra fine maggio e giugno; la fioritura inizia a luglio e si protrae fino a ottobre. I fiori sono bianchi e solitari, portati da un peduncolo robusto rivolto verso l’alto.
La raccolta è scalare e molto lunga: inizia a luglio e dura fino a novembre.

Si mangia crudo, in insalata, ma la preparazione più tipica del territorio è il peperone alla piastra condito con olio extravergine di oliva, basilico e aceto di vino. Il Presidio sta inoltre recuperando alcune ricette tradizionali (per la salsa di peperone o i peperoni sott’olio) attraverso il coinvolgimento degli anziani del paese.

Il declino dell’orticoltura dell’area agricola del comune di Polizzi Generosa è legato all’orografia dei terreni, che rende quasi eroica l’attività degli agricoltori locali.
Un mercato sempre più omologato e la diffusione dei semi ibridi, più produttivi e rigogliosi, hanno inoltre ridotto sempre più l’interesse per le produzioni locali, che rischiano di essere abbandonate.

Grazie a un gruppo di agricoltori, molti dei quali giovanissimi e tutti quanti convinti dell’importanza delle risorse agricole del territorio, è stato avviato un percorso per il recupero di questa varietà: i contadini più anziani hanno messo a disposizione le sementi e un vivaista orticolo produce le piantine per conto dei produttori.
Inoltre, un piccolo ma efficientissimo laboratorio comune, consente di produrre trasformati di peperone, ma anche di altri prodotti locali: peperoni sott’olio, caponata, conserve di fagioli.

 

Produttori

Roberta Billitteri, Polizzi Generosa (Pa), Contrada Fiumesecco, Tel. +39 340 5624176, ro.billitteri@libero.it

Francesca D’Ippolito, Polizzi Generosa (Pa), Contrada Fiumesecco, Tel. +39 388 8599127, sausa.mario@alice.it

Francesco Giampapa, Polizzi Generosa (Pa), Contrada Mantonica, Tel. +39 320 688335, dott.giampapafrancesco@live.it

Grazia Sandra Invidiata, Polizzi Generosa (Pa), Contrada Chiaretta, Tel. +39 328 4723440,
inv.sandra@inwind.it

Francesco Mangialino, Polizzi Generosa (Pa), Via Garibaldi 104, Tel. +39 328 4841567, fra.mangialino@libero.it

Fabio Maria Montagnino, Polizzi Generosa (Pa), Contrada S. Nicola, Tel. +39 335 7564744, fmontagnino@gmail.com

Maria Concetta Muratore, Polizzi Generosa (Pa), Località Cuca – Mulini, Tel. +39 0921 688176, agriturismocuca@alice.it

Antonino Sausa, Polizzi Generosa (Pa), Contrada Suvarito, Tel. +39 328 0389249, nino.sausa@libero.it

 

Ultima modifica: 26 Ott 2021
I contenuti di questa pagina sono inseriti direttamente dal produttore, Slow Food declina responsabilità su contenuti in appropriati. Segnala pagina