Erbaluce di Caluso: il vino della leggenda della regina Ypa, il vino di una terra antica.

In Canavese, nel nord del Piemonte, le viti caratterizzano da secoli questo “museo” all’aria aperta, dove i vini hanno una lunga storia, la cui eredità sopravvive nelle uve coltivate attualmente. Nel cuore di queste terre si trova l’azienda vitivinicola Santa Clelia, situata a Mazzè a una altezza di 300 metri s.l.m., che da sempre dedica la propria attività alla sola coltura della vite con una forte attenzione alla natura e all’ambiente.

“Our Food, Our Planet, Our Future!” – lo slogan di Slow Food e Terra Madre – è l’idea da sempre perseguita dalla nostra azienda, tanto che oggi l’intera produzione rispetta pratiche biologiche certificate.

Su una superficie di circa 8 ettari è impiantato in prevalenza il vitigno Erbaluce, dalle cui uve vengono prodotti i famosi vini DOCG. Vino bianco secco, l’Erbaluce di Caluso viene proposto in due etichette: Ypa  e Essenthia, quest’ultima prodotta con una lavorazione differente per mantenere maggiormente i sapori primari del vitigno. Vera chicca è il Caluso Passito DUS, ottenuto sempre da uve di Erbaluce poste in appassimento sui graticci da settembre fino a febbraio e, dopo la fermentazione,  invecchiato in botti di rovere per almeno 4 anni. Vitigno versatile, si presta alla rifermentazione con la produzione dell’Erbaluce Spumante Rigore Metodo Classico.

L’azienda produce inoltre i vini DOC Canavese Rosso secondo la tradizione canavesana con uvaggi misti di barbera, freisa e bonarda nelle etichette Palere e Rox con affinamento in botti di rovere.

Contatti

TEL: +39 328 8611581

Info

Regione Rossana, 7
10035 Mazzé (To)
Italia
Maestri del Gusto di Torino e provincia

Leggi tutto

Ultima modifica: 26 Set 2021
I contenuti di questa pagina sono inseriti direttamente dal produttore, Slow Food declina responsabilità su contenuti in appropriati. Segnala pagina