Silver Partner di Terra Madre Salone del Gusto, il progetto COVCHEG (Community-based Value Chain Enhancement in the Greater Caucasus Mountains), finanziato dall’UE, valorizza la gastronomia locale e il patrimonio culturale, con l’obiettivo di promuovere la rinascita economica e il benessere delle comunità rurali in Azerbaigian.

A partire da settembre 2018, è stato coordinato da Slow Food in partenariato con l’Azerbaijan Tourism Board e in collaborazione con i Ministeri Nazionali e l’agenzia PASHA-Travel.

Il progetto lavora in cinque distretti montuosi nel nord-ovest del paese (Shamakhi, Ismaili, Gabala, Shaki e Qakh) nel settore dell’agricoltura e del turismo gastronomico.

Le principali attività sono:

  • Mappatura dell’agrobiodiversità e dei prodotti tradizionali
  • Realizzazione di progetti di filiera agroalimentare locale (Presìdi)
  • Realizzazione di progetti di turismo rurale
  • Campagne nazionali per promuovere il consumo di cibo locale (Concorso Arca del Gusto 2019-2020, Slow Food Alleanza dei Cuochi, Kit educativo per le scuole)
  • Campagna internazionale per promuovere il turismo rurale
  • Eventi locali e internazionali (Terra Madre Azerbaijan nel 2021)

Le attività del progetto si tradurranno in un modello specifico di sviluppo della catena alimentare e in pratiche turistiche dei distretti pilota, in modo che possano diventare esperienze replicabili a livello nazionale.
Sul lungo periodo, inoltre, si avranno ricadute positive a livello ambientale (salvaguardia delle risorse naturali) e sociale (aumento dell’occupazione, calo del flusso migratorio in uscita, rafforzamento della coesione di comunità).

Contatti

Info


(Distretti di Shamakhi, Ismaili, Gabala, Shaki e Qakh)
Azerbaijan

Nel mese di febbraio-marzo 2021, nell’ambito del progetto COVCHEG, si è tenuto un corso di formazione sull’Educazione Slow Food con la presentazione di nuovi materiali didattici, ora a disposizione di tutti:

  • “L’Arca del Gusto va a Scuola” può essere scaricato in inglese | russo | azero
  • “Tasty Lessons” può essere scaricato in russo | azero

Alle sessioni del corso hanno preso parte più di 220 partecipanti da 17 paesi e tutti i continenti: Azerbaigian, Russia, Turchia, Italia, Belgio, Kirghizistan, Filippine, Francia, Colombia, Egitto, Burkina Faso e altri. Nelle registrazioni, gli allenamenti hanno visto più di 250 spettatori.

Educhiamo i sensi alla biodiversità

Il primo webinar di formazione “Educhiamo i sensi alla biodiversità” ha introdotto i partecipanti all’importanza del concetto di biodiversità e come insegnarlo a scuola, con esempi didattici e didattici. Gli esperti hanno fornito esempi pratici e presentato “L’Arca del Gusto va a Scuola”, un materiale didattico progettato per aiutare i bambini a scoprire il cibo locale e ad adottare misure specifiche per proteggere la biodiversità.

  • Guarda la registrazione in inglese: https://youtu.be/h83koffagH8
  • Guarda la registrazione in russo: https://youtu.be/5RV3dqSJ3q
  • Guarda la registrazione in azero: https://youtu.be/mgnaFsaafGc

Progetti educativi di Slow Food

Il secondo webinar formativo “Formazione sui progetti educativi di Slow Food” ha presentato oltre 20 anni di esperienza accumulata da Slow Food nell’implementazione di progetti educativi in ​​un’ampia varietà di campi per familiarizzare i partecipanti sia con l’approccio didattico che con l’esperienza dei colleghi nell’implementazione di determinati metodi di Slow Food. Condiviso un nuovo manuale di educazione sensoriale e consumo responsabile “Tasty Lessons”.

Nel vademecum di educazione sensoriale e consumo responsabile “Tasty Lessons” Slow Food ha cercato di raccogliere tutta la sua esperienza nell’educazione alimentare dell’ultimo decennio – spiega Victoria Smelkova, una delle curatrici del manuale – Non possiamo però illuderci che le “Tasty Lessons” da sole possano risolvere tutti i problemi legati all’alimentazione e alla salute, a livello personale e planetario. Tuttavia, fornisce una solida base su cui costruire un approccio buono, pulito ed equo ai sistemi alimentari, a partire dai primi anni di scuola, che inevitabilmente cambierà le abitudini alimentari e ci aiuterà a crescere un consumatore responsabile e premuroso .

  • Guarda la registrazione in azero: https://youtu.be/tKZq6BBg5oA
  • Guarda la registrazione in russo: https://youtu.be/4Qe8AWHpzXI

Educazione sensoriale

Il terzo webinar formativo “Educazione sensoriale è stato interamente dedicato all’educazione sensoriale e in particolare al funzionamento dei sensi e all’importante ruolo che svolgono nella conoscenza del cibo e della biodiversità. Gli esperti hanno condiviso la grammatica del gusto, come organizzare un’attività di educazione sensoriale e hanno fornito alcuni esempi pratici da replicare.

  • Guarda la registrazione in inglese: https://www.youtube.com/watch?v=2aHyHzDnkNE
  • Guarda la registrazione in russo: https://youtu.be/s7CiDpFSoFg
  • Guarda la registrazione in azero: https://youtu.be/9FpOeOAuD1E

Gli orti di Slow Food

Il Forum Terra Madre “Gli Orti Slow Food: linee guida per un progetto internazionale” ha presentato uno dei più antichi progetti educativi di Slow Food realizzati in migliaia di orti in tutto il mondo, e che può essere un elemento chiave dell’educazione alimentare e ambientale ovunque. I coordinatori degli orti Slow Food hanno discusso dei loro progressi, cosa hanno in comune e dove si differenziano nella loro lotta per un’educazione alimentare buona, sana e rispettosa dell’ambiente.

  • Guarda la registrazione in inglese: https://youtu.be/N7hWXqynFmU
  • Guarda la registrazione in russo: https://youtu.be/FLuFeDeFx8M
  • Guarda la registrazione in azero: https://youtu.be/Voux1pl2NMk

Ultima modifica: 26 Set 2021
I contenuti di questa pagina sono inseriti direttamente dal produttore, Slow Food declina responsabilità su contenuti in appropriati. Segnala pagina