Una comunità di destino planetaria

06 Marzo 2020

Uno dei primi step nella comunicazione di Terra Madre Salone del Gusto è, da sempre, l’avvio della campagna sul progetto ospitalità che più di ogni altro rende manifesto il nostro essere parte di una comunità di destino planetaria.

Per il lancio ufficiale, il 29 febbraio avevamo in programma un incontro con le Città di Terra Madre, successivamente posticipato al 14 marzo. Tuttavia, il decreto pubblicato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in merito al contenimento del virus COVID-19 ci vede costretti ad agire diversamente, trovando altri modi e sistemi per condividere le informazioni, e lavorare su uno dei progetti in cui crediamo maggiormente.

Senza dimenticarci che, ora più che mai, è necessario agire come collettività, e che, ora più che mai, la collaborazione e l’empatia debbono ispirare le nostre azioni.

Ph. Marco del Comune e Oliver Migliore / Archivio Slow Food

Qui di seguito, il testo della lettera inviata ai sindaci delle Città di Terra Madre.

SIAMO TUTTI COINVOLTI

«Cari amici,

Il decreto pubblicato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri la sera di mercoledì 4 marzo contiene misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19.

Alla lettera a) dell’articolo 1 il decreto recita che è differita a data successiva al 3 aprile ogni attività convegnistica o congressuale.

Ci vediamo quindi costretti a rinunciare all’Incontro delle Città di Terra Madre, inizialmente fissato per il 29 febbraio a Pollenzo e successivamente posticipato al 14 marzo.

Come si dice in questi casi, passiamo al piano B: vi contatteremo singolarmente nelle prossime settimane per coinvolgervi nel progetto Ospitalità di Terra Madre, condividendo con voi in altre forme le informazioni che avremmo diffuso il 14 marzo.

La difficile e inedita situazione che sta vivendo il nostro Paese tocca ormai ognuno di noi e ci costringe a vivere alla giornata in attesa di comprendere che cosa succederà nei prossimi mesi.

NELLA NOSTRA RETE GLI ANTICORPI AI VIRUS CHE CI MINACCIANO

Noi continuiamo con la massima determinazione il nostro lavoro di costruzione dell’edizione 2020 di Terra Madre Salone del Gusto. Siamo convinti di avere adesso ulteriori responsabilità e forti di nuove motivazioni. Dentro la nostra grande rete ci sono anche gli anticorpi ai virus che oggi ci minacciano. E non parliamo solo di COVID-19. Dall’emergenza dei profughi siriani alla crisi climatica: i temi caldi sono tanti e sono tutti legati da un filo rosso che il cibo può aiutarci a vedere e seguire.

Intanto non perdiamo il senso del nostro essere parte di una grande comunità di destino planetaria, quella di Slow Food e di Terra Madre. Non rinunciamo al ruolo che ognuno di noi può giocare sui territori. Il vostro presidio in quanto amministratori locali e referenti delle famiglie di Terra Madre è prezioso. Non smettiamo di far sentire la nostra presenza, implementiamo la nostra capacità di ascolto, cerchiamo di intercettare tutte le situazioni critiche per capire se possiamo in qualche modo fornire aiuto e conforto: questa è l’essenza del messaggio di Terra Madre che ci unisce tutti!

Ci sentiamo molto presto per organizzare le prossime tappe del cammino verso l’evento di ottobre. Senza dimenticarci che l’incontro delle Città di Terra Madre a Pollenzo è solo rimandato».

Ti aspettiamo a Terra Madre Salone del Gusto dall’8 al 12 ottobre, a Torino (Lingotto Fiere). Intanto, leggi le testimonianze di ospitalità che abbiamo raccolto finora.